Design unico al Salone del Mobile 2017: Gervasoni, Kartell e FontanaArte

Domenica 9 aprile si è concluso il Salone del Mobile 2017 e noi eravamo presenti con il nostro gruppo. Il clima che si respira a Milano in quei giorni è difficile da descrivere, l’aria è piena di gioia, rumori, curiosità. Ogni angolo diventa un palcoscenico in cui esporre le proprie idee, in cui far venir fuori creatività ed emozioni. Il Salone del Mobile si ricorderà come un’edizione record con 343.602 visitatori registrati nei 6 giorni di kermesse (dal 4 al 9 aprile). Analogo successo anche per il Fuori Salone 2017 che ha visto il moltiplicarsi di location con eventi e allestimenti che hanno letteralmente ridisegnato lo scenario urbano di ogni quartiere della città.

Moltissime le aziende presenti all’evento. Noi cercheremo di raccontarvi il più possibile. Iniziamo con 3 aziende: Gervasoni, Kartell e FontanaArte.

Gervasoni è stata fondata nel 1882. Negli anni sono cambiati i canoni estetici e le tecniche di produzione, non la passione per il bello e fatto ad arte. La cura per il dettaglio, l’uso di materiali naturali lavorati con maestria, le suggestioni di luoghi vicini e lontani restano i segni distintivi dei prodotti Gervasoni. Al Salone del Mobile presenta 6 nuovi prodotti. La poltrona inout 630 ha un design unico con una struttura in alluminio intrecciata in kubu rattan naturale e piedi in teak invecchiato e il rivestimento è sfoderabile. La sedia inout 873 presenta una struttura in tubo di acciaio grigio e la seduta è in lamiera di acciaio. La lampada black 92/93 nasce in due dimensioni (h 175 e h 130) con telaio in ottone circondata da elementi in bamboo nero e base in fusione di ghisa. Il diffusore è in vetro. Questa è una lampada di altri tempi. La lampada a sospensione black 94 ha uno stelo in ottone grezzo e struttura in bamboo nero. Che ne dite di pranzare su un tavolo come il next 236? La base in cemento e il piano in abete spazzolato a mano laccato grigio, bianco lucido o in marmo di Carrara rendono il piacere del pranzo unico. Infine, completa questa serie il pouf black 19/21 in due dimensioni differenti interamente in bamboo nero. Il tuo terrazzo avrà un aspetto diverso con queste novità uniche.

Kartell risponde con una collezione dal nome più che emblematico ContamiNation. Una ricerca dell’incontro, della contaminazione, dell’ispirazione che unisce sotto un’unica nazione dove le idee hanno cittadinanza e libera circolazione. Opere nate dallo scambio, di idee, di concetti, di esperienze di grandi design internazionali che si mescolano per creare l’inarrestabile forza propulsiva della novità. Philippe Starck disegna le nuove sedie tavoli della linea generic family. La lampada Kaburi di Ferruccio Laviani diventa mini. Tra le novità la lampada Aledin è in due versioni. Madame Paula è la poltroncina rivisitata con le grafiche di Paula Cademartori. I veri protagonisti di questo salone sono i Componibili, coloratissimi e rivisitati con diverse grafiche e dettagli.

FontanaArte da 85 anni produce oggetti di illuminazione senza tempo, che non hanno scadenza ma attraversano indenni le trasformazioni sociali. Viene riscoperta la preziosità di vetro e metallo. Il metallo è molto ricco con finitura cromo nero, oro, rame lucido, oppure nero con una superficie molto texturizzata. La nuova collezione porta la firma di sette progettisti. Setareh, di Francesco Librizzi è una famiglia di lampade da tavolo e da sospensione che si declina in 15 combinazioni diverse. Equatore, di Gabriele e Oscar Buratti, in due nuance rosa/rame e fumè/grigio, archetipo della tradizionale abat-jour, ha una calotta di vetro. Galerie di Federico Peri, è una famiglia di oggetti sofisticata in cui convivono in modo equilibrato materiali diversi e preziosi: la classicità del marmo, la profondità del vetro e la sensualità della pelle. Kanji, di Denis Guidone, ha il diffusore in vetro plissettato di grande tattilità e dalle linee con forti richiami all’oriente. Optunia di ClaessonKoivistoRune, famiglia declinata nella versione da tavolo, terra, parete e sospensione, dal design minimale, caratteristico dello stile scandinavo. Tripod di Front Design, multifunzione da terra a ricordare un treppiede che sostiene tre diverse luci per un’illuminazione diffusa e concentrata. Infine, Heliacal di Os & Oos, un totem luminoso che nasce nelle gallerie d’arte e portatore di una grande innovazione.

Design unico al Salone del Mobile 2017: Gervasoni, Kartell e FontanaArte ultima modifica: 2017-04-12T11:59:18+00:00 da MonicaVernieri
0

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − 11 =

Close Cart

Iscriviti alla newsletter e ricevi il

10% DI SCONTO

Riceverai un coupon di sconto e tantissime sorprese, idee, novità, tendenze in esclusiva per te sul mondo del design.